Attuare la pianificazione urbanistica comunale

Attuare la pianificazione urbanistica comunale

Il governo del territorio si attua attraverso la pianificazione urbanistica e territoriale del Comune, della Provincia e della Regione.

La pianificazione comunale si articola in:

  • piano regolatore comunale (PRG) costituito dal piano di assetto territoriale (PAT) e dal piano degli interventi (PI) (Sezione I della Legge regionale 23/04/2004, n. 11), basato su previsioni decennali, è destinato a fissare gli obiettivi e le condizioni di sostenibilità degli interventi e delle trasformazioni ammissibili
  • piani guida previsti dal piano di assetto del territorio. I piani guida non sono tra gli strumenti previsti dalla Legge regionale 23/04/2004, n. 11 ma possono essere previsti dal PAT per affrontare in anticipo il tema della forma dei luoghi per il coordinamento dei successivi interventi attraverso piani urbanistici attuativi o programmi complessi
  • piani urbanistici attuativi (PUA) (Sezione II della Legge regionale 23/04/2004, n. 11), che possono essere di iniziativa pubblica e/o privata e definiscono l’organizzazione urbanistica, infrastrutturale e architettonica di un comparto urbanistico
  • programmi complessi (Legge 17/02/1992, n. 179) finalizzati alla riqualificazione urbanistica, edilizia e ambientale del territorio urbanizzato.

Approfondimenti

Valutazione ambientale strategica (VAS), valutazione di incidenza ambientale (VINCA) e valutazione di Impatto ambientale (VIA)

Gli effetti indotti sull’ambiente da progetti, piani e programmi sono valutati attraverso i seguenti procedimenti:

  • valutazione ambientale strategica (VAS)
  • valutazione di incidenza ambientale (VINCA)
  • valutazione di Impatto ambientale (VIA)

La valutazione ambientale strategica (VAS) prevista dalla Legge regionale 11/04/2004, n. 11 e dal Decreto legislativo 03/04/2006, n. 152, ha come oggetto i piani e i programmi, preparati e/o adottati da un'autorità competente, che possono avere effetti significativi sull'ambiente e consiste in un processo volto a individuare preventivamente gli impatti ambientali significativi che deriveranno dall'attuazione delle singole scelte di piano/programma, scegliendo tra le possibili soluzioni alternative, al fine di garantirne la coerenza con gli obiettivi di sostenibilità ambientale.

La valutazione di incidenza ambientale (VINCA) ha come oggetto la valutazione di qualsiasi piano, progetto o intervento che possa avere incidenze significative su un sito o proposto sito della rete Natura 2000, singolarmente o congiuntamente ad altri piani e progetti e tenuto conto degli obiettivi di conservazione del sito stesso. La valutazione d'incidenza si applica sia agli interventi che ricadono all'interno delle aree Natura 2000 sia a quelli che, pur sviluppandosi all'esterno, possono comportare ripercussioni sullo stato di conservazione dei valori naturali tutelati nel sito.

La valutazione di impatto ambientale (VIA), come previsto dal Decreto legislativo 03/04/2006, n. 152 e dalla Legge regionale 18/02/2016, n. 4, ha come obiettivo la prevenzione dei fenomeni di inquinamento dell’ambiente attraverso:

  • La previsione e stima degli effetti diretti e indiretti di un progetto sull’ambiente
  • L’identificazione delle possibili alternative e la loro valutazione
  • La definizione delle condizioni per la realizzazione delle opere e l’esercizio degli impianti.

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Casa
Ultimo aggiornamento: 03/09/2020 14:45.21